Home > Cultura automobilistica > Omaggio a Carlo Abarth

Omaggio a Carlo Abarth

Un personaggio del calibro di Carlo Abarth, con tutto ciò che Esso ha rappresentato per l'automobilismo italiano degli anni 50 e 60, meritava adeguati riconoscimenti che, fino ad oggi, di certo non si erano ancora visti.


Il Direttore dell'Automobile Club Verona Dott. Giorgio Ungaretti con il Delegato Sportivo CSAI per A.C.Verona Dott. Giorgio Pesavento


L'Automobile Club Verona consapevole di ciò e, pur non essendo riuscito ad ottenere l'intitolazione di una via al geniale costruttore austriaco, ha pensato di intestarGli il piazzale di una propria area di servizio di recente realizzazione.

Si tratta di un'intestazione che, quanto meno, resta nel tema delle automobili e che testimonia, in ogni caso, la volontà di ricordare un personaggio che, com'è accaduto a diversi altri nella storia dell'automobilismo, è stato profeta solo in casa altrui.

Domenica 17 giugno 2007, presso il piazzale antistante il distributore Q8 dell’Automobile Club Verona in via San Giovanni Lupatoto n. 125, ha avuto quindi luogo la semplice ma significativa cerimonia della scopertura della targa di intitolazione.

La nostra piccola iniziativa ha incontrato il miglior favore dei cultori dell'automobilismo storico e degli abartisti in particolare, che numerosi hanno voluto presenziare all'avvenimento che è stato solennizzato dal contestuale raduno di vetture ABARTH che si sono schierate all'interno del piazzale.